venerdì 1 ottobre 2010

I re di Parigi non sono francesi

Ebbene sì cari lettori ... è cosa risaputa che i brand francesi che sfilano a Parigi sono solo una piccola parte rispetto a quelli stranieri. Fa comunque ridere pensare che in questi primi giorni di sfilate, le collezioni più apprezzate siano quelle firmate da mani che di francese hanno ben poco.
Si tratta di una partenza in quarta con pezzi da novanta che ben poche volte hanno deluso le aspettative.
E' stato forse una mezza delusione il debutto parigino di Zac Posen (di cui non metto nessuna immagine), che ha il merito di combinare lo stile american con l'eleganza parisienne, ma forse in modo troppo eccessivo e quindi disequilibrato. Un po' troppi stereotipi alla francese (forse) e un po' troppe nudità (sicuro).

Queste prime giornate di show delineano subito un tendenza molto forte (e molto inutile) data dal ritorno del punk, visto da Balenciaga e Balmain.
BALENCIAGA centra il bersaglio con un colpo molto sicuro di Nicolas Ghesquière. E' una collezione che sicuramente lascia il segno. Borchie, pied de poule translucidi, colli e camicie strappati delineano una tendenza molto forte da "figli dei punk", che viene filtrata dalla capacità del designer di rendere gli abiti delle opere d'arte.



Da BALMAIN, Christophe Decarnin, continua a seguire la sua vena da star della musica puntando questa volta anch'egli al punk. Il risultato rispetta a pieno la nuova immagine della maison. Il problema è che si vede appunto molta "immagine" e poca rielaborazione. Sembra un continuo styling di jeans e t-shirts.



Piace a molto (ma non a tutti) il rigore primordiale di ANN DEMEULEMEESTER che riesce a mantenersi fedele alla propria estetica di base, reinventandosi in continuazione. E' l'infinita lotta tra bianco e nero, tra maschile e femminile, tra aderenze e fluidità. Una certezza per gli adepti della designer belga. Una forte prevedibilità per tutti gli altri, non così fedeli al brand.



Una collezione che stupisce sempre e non delude mai è sicuramente quella di RICK OWENS. Una vera prova d'autore in quanto dimostra che è possibile evolvere in creatività, senza distaccarsi dalla propria estetica di base. Non una collezione per tutti. Sofisticata e avanguardista, alla Tilda Swinton.



E' una conferma per il sottoscritto il grande GARETH PUGH, senza alcuna ombra di dubbio uno dei miei preferiti dai tempi di Londra. Dimostra ogni volta di saper usare gli insegnamenti di Alexander in modo non troppo esplicito, mantenendo la propria visione futuristica della contemporaneità.



Continua a piacere, con una collezione molto vendibile, la leggerezza di DAMIR DOMA, che da diversi anni ci ha abituato ad un uso molto elegante del colore, seppure in modo sfrontato.



Tagli couture per il futurismo di FATIMA LOPES, un po' fuori dagli schemi forse, ma d'effetto.

25 commenti:

  1. Muy buena sintesís de cada colección.

    RispondiElimina
  2. Great post and blog, :) I'm following, :)

    Thanks for visiting mine, :)

    xoxo,
    Ster.

    http://dieblogvonster.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. Ottimo post,interessante!
    Sono da poco una tua follower,ti attendo ora tra i miei followers;)
    Buon weekend
    Mary

    RispondiElimina
  4. Scusa ma se non sono mal informata a Parigi sfilano i marchi di haute couture, tra cui anche l'italianissimo Valentino, mentre a Milano sfila il p.a.p. Quindi non credo sia così strano che vengano apprezzati marchi che non siano francesi.
    Per quanto riguarda Balenciaga e Balmain li trovo triti e ritriti.
    Owens e Pugh si contendono lo scettro in questa carrellata.

    RispondiElimina
  5. Ottimo balmain, nonostante sia poco originale mantiene sempre i toni forti e lineari delle precedenti collezioni.
    Scarto fatima lopes.
    Grazie del commento che hai lasciato nel mio blog,ripassa pure!:)
    dove studi a Milano?

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Grazie per il post al mio blog! :D mi piace il tuo, bel post, e ti seguo! :D segui anche me se ti va, mi farebbe piacere!

    Once Upon a Time..

    RispondiElimina
  8. grazie per il commento! il tuo blog è interessante, pieno di spunti e commenti personali come vedo. mi piace! ti seguo, spero lo farai anche tu :)

    http://cu-of-me.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. Grazie per il commento che hai lasciato sul mio blog. Passa quando vuoi!

    RispondiElimina
  10. thanks for commenting on my blog!

    i love the balmain collection, it's fantastic. =)

    Vogue Gone Rogue

    RispondiElimina
  11. ciao! grazie per essere passato dal mio blog e complimenti é davero bello il tuo! si vedo che hai una grande conoscenza del mondo della moda da come scrivi e mi piace molto. piú professionale di altri! adoro la sfilata della demulemeester, é fantastica! e torno su style a vedere il resto :-D un beso, ti seguo…se ti é piaciuto il mio fallo anche tu!:-D
    vuoi scambiare i link?

    RispondiElimina
  12. Complimenti per il blog e per questo post, sei molto bravo!


    www.thebigiofactor.blogspot.com

    RispondiElimina
  13. I love what you have written, adessa attendo altri comenti...specialmente cosa ne pensi su Viktor&Rolf che io ho amato in ogni creazione .

    ti seguo e in bocca al lupo per il giveaway

    RispondiElimina
  14. Ciao! Mi sono iscritta come follower del tuo blog, e spero tu faccia lo stesso :)

    Concordo riguardo alla collezione P/E 2011 di Balmain, l'innovazione manca, si. C'è da dire però che a me continua a piacere, riesce a mixare minimalismo e stile barocco in modo perfetto. Le collezioni sono aggressive e si fanno notare, ma mantengono sempre quel rigore di fondo che personalmente apprezzo molto.

    Isabella
    http://fashionleitmotiv.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. bel post davvero!

    ti faccio iun applauso anche per l'altro articolo dove parli dell'avanzata del maximalismo che io adddoro! :)

    RispondiElimina
  16. Ciao caro, ma sono già una tua sostenitrice, si vede che c'è passione in quello che scrivi ;D!
    Sarebbe bello se mi seguissi anche tu :P

    www.daddysneatness.blogspot.com

    RispondiElimina
  17. Eh be a quanto pare non ha tutti va giù che Balmain abbia un po' inciampato ... ci piace sempre è vero ... però questa stagione non meriterebbe tutte le nostre lodi ...
    ...per rispondere a dolls ti devo dire che le ultime due collezioni di V&R non mi hanno entusiasmato più di tanto...quella invernale dove ci sono i capi trasformabili non mi è piaciuta per niente...e nell'ultima solo gli abiti da sera... sono rimasto fermo alla collezione pastello con i maxi strati di volant sovrapposti.

    Bye LB

    RispondiElimina
  18. Grazie per il commento..ti seguo..spero lo farai anche tu col mio blog!
    a presto!

    http://chicneverland.blogspot.com/

    RispondiElimina
  19. Ciao Luca,
    grazie per il commento che hai lasciato sul mio blog!
    Ho letto alcuni dei tuoi post e devo farti i complimenti perchè mi piace il tuo modo di scrivere e mi sembri una persona che sa di cosa parla e non si riempie la bocca di frasi già scritte da altri.

    ciao ciao!

    Misspenny
    http://pennylifeinpics.blogspot.com/

    RispondiElimina
  20. parigi non è più parigi,tutti i brands francesi hanno dietro menti americane,inglesi ed italiane. sinceramente penso che balmain sia un continuo riproporre, tutte le collezioni sembrano uguali se non per cambio di tessuti,materiali e colori. ho apprezzato invece zac posen, uno dei pochi che ha reinventato. infine che dire haider ackermann con le sue trasparenze ed il suo total black anche d'estate è al top. promossi givenchy,lanvin,ysl e giambattista valli.
    grazie per il tuo commento,ti seguo già,spero lo faccia anche tu!
    un bacio
    simona


    HTTP://FASHIONUANCE.BLOGSPOT.COM

    RispondiElimina
  21. Finalmente un post che parla davvero di moda.
    Complimenti Luca,bel blog.
    Sono la tua follower n. 200,non merito un premio? :)
    Spero che anche tu voglia essere tra i miei follower.
    Buona giornata,
    Laura

    www.mypersonalshopper.eu

    RispondiElimina
  22. davvero molto bello il tuo blog, ti seguo, ti aspetto tra i miei followers!

    RispondiElimina
  23. volevo studiare d'estate alla Marangoni, visto che frequento l'ultimo anno di istituto tecnico!
    Spero che le prossime siano molto migliori:)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  24. Hi Luca!! Here I am to have a look on your blog as you asked me on mine!
    Yours seem to be such a nice and very complete mode magazine as I like them but everything is written in Italian!! I can speak three languages which are French, English and Spanish but not Intalian yet^^
    I'll use google traducer to read some of your articles!
    But of course I become one of your followers and hope so that you will be one of mine!
    Tchao kises :)

    RispondiElimina