lunedì 20 dicembre 2010

Novità in Spiga2? Ho dei dubbi...

Visto e considerato che lo scorso mese sono stato abbastanza preso da impegni universitari semi soddisfacenti, come potete vedere dal post precedente (alla fine ci hanno detto tutti "bella la presentazione....bella....ma...." e non vi dico la serie infinita di ma che ci hanno tirato dietro" .... cmq bella ...bravi...") e considerato inoltre che oggi per l'ennesima volta mi sono dovuto ascoltare uno di quei discorsi super mega generalizzanti del tipo "siete degli idioti....siete addormentati....dovete capire cosa vi succede intorno....dovete saperne di tutto...non avrete mai successo se disegnate e basta ..ecc...ecc..." (ma mi conosci? no!), il mio morale è sceso ulteriormente a terra. tra parentesi: cos'è sto stimolo alla sottovalutazione che arriva dai tuoi così detti "insegnanti" (bo... fino ad ora pensavi di essere super avanti e d'un tratto ti viene detto che non sai un cazzo, da gente poi che per essere attuali ti riporta degli esempi che ti aveva già fatto due anni prima...vabè...).
Cmq, per riprendere il discorso, liberatomi dagli impegni universitari pressanti e stimolato a fare di più di quello che già fai, decido di riprendere un attimo le redini della mia vita "mondana/professionale", ovvero fatta di aperitivi/presentazioni/documentazioni per il blog.
E' così che, affascinato dalla filosofia del mondo Spiga2, decido di andarmi a vedere un attimo a che punto sono i lavori...visto che ero rimasto all'apertura di settembre con il lancio dei giovani talenti (soprattutto giovani....si è ;)....) e mi faccio un po' di resoconto degli eventi collaterali organizzati nel sedicente concept store.
Ah interessante...serata con dj....te pomeridiano in negozio (tra l'altro l'ho anche visto dal vivo e ti invogliava proprio ad entrare)... e la tavola rotonda con le blogger.
A parte che devo ancora capire come la stupidità del sistema fashion italiano abbia trasformato il blogger come sola ed unica professione femminile (miei docenti pseudo esperti inclusi), visto e considerato che fino ad ora i blogger più importanti al mondo restano uomini (schuman...jak&jil....mai sentiti?). SCUSATE LA PARENTESI

Dicevo, tavola rotonda con (le) blogger, 19 novembre 2010, dalle 11 alle 13, special guest: CHIARA FERRAGNI....cosa?.... come? chiara ferragni?
ma me la spieghi...? stai lanciando il negozio concept super figo, con isole essenziali per ogni linea, coi designer fighi emergenti , con una filosofia etica di promozione dei nuovi mezzi e dei giovani, e chi mi inviti? la ferragni?
passi per l'evento al gold dove mi inviti la bionda modaiola più ignorante di italia, eletta tale da un popolo ancora più ignorante....ma per presentare un negozio che si pone all'avanguardia contemporanea cosa centra? sa qualcosa di moda? pensa ancora che il top per essere avanti sia vestire mcqueen? ce la fai?
Bene mi è bastato leggere queste poche righe da un blog qualunque per capire: in casa Spiga2 non ci sono progressi....non avevo dubbi
(Se poi qualcuno mi indicherà il modo per sapere gli hot spot di dicembre un giro ce lo faccio)

Poi un giorno qualcuno mi spiegherà anche come il ruolo del blogger di moda sia passato da cool (trend) hunter a "mi fotografo nel giardino di casa e ti faccio vedere quanto sono fica".

Bye LB

6 commenti:

  1. allora 1) sei maschilista perchè i blogger sono come gli chef, i migliori sono uomini, ma ce ne sono due. è alle donne che piace dippiù la moda e cucinare.
    punto e a capo
    2) purtroppo le fashion bloggers sono tutte ritardate. io infatti non sono una fescion blogger
    3) la ferragni è più ritardata di tutte
    4) le fescion blogger hanno la reflex, ma non la sanno usare, perciò le foto gliele fanno a loro
    5) si vocifera che richie si ghei

    RispondiElimina
  2. quindi confermi che dire solo LE fashion blogger è stupido perchè tanto sono tutte ignoranti...a parte alcune ovvio:)

    RispondiElimina
  3. i fashion blog nostrani hanno veramente poco a che fare con la moda, non lanciano nuove tendenze, non fanno vedere niente di originale, è tutto visto e stravisto. I loro blog sono solo delle vetrine dove mettere in mostra il loro egocentrismo. Forse dovrebbero capire che amare la moda non è spendere un patrimonio tra borse chanel e vestitini H&M.
    detto questo ovviamente io non conosco TUTTI i fashion blog italiani...sperando ci sia qualcosa di meglio...
    ps: cisono blogger maschi ;)

    RispondiElimina
  4. caro mio questa storia dei fashion blogger ha messo in evidenza tutte le splendide caratteristiche degli italiani di oggi

    1-voglia di non fare niente, malignità e preferenza per spettegolare piuttosto che proporre qualche cosa di diverso

    2-psicopatia e altri sentimenti poco carini, evidenti negli haters, quotidianamente presi per il chiul da gente che gestisce siti che fanno leva sui sentimenti più infimi del popolino, al fine di mettersi in mostra e raccattare soldi presi dalle pubblicità e non sto a fare nomi

    3- frustrazione della gente che invece che lavorare passa le sue giornate a spiare lo smalto della ferragni o a credersi spiritoso con account fake ecc

    4-pretenziosità di tutte le aspiranti giornaliste e di chiunque pensi che avere un pezzo di carta (laurea) apra le porte e si chiede come mai invece la ferragni sta avendo successo, mentre loro inviano cv a destra e a manca e magari non sanno l'italiano o non hanno ancora capito che ormai la laurea non basta più e dovrebbero inventarsi qualche cosa (nel caso in cui abbiano qualche talento a parte il pettegolezzo e l'indignazione perenne)

    d'altro canto i fashion blogger hanno altresì messo in evidenza

    1- voglia di non fare niente e tipico meccanismo veliniano (apro un blog mi credo figa faccio successo in due giorni e divento ricca e famosa e cool)

    2-incapacità di autocritica

    3-disprezzo totale per l'estetica, la cultura e la moda stessa, visti come fenomeni da baraccone e hobbies pucciosi da bimbominkia cresciuto

    4-pessimo gusto in generale, grande ignoranza

    d'altro canto ancora abbiamo--ehm chi? ah sì quelli che ci hanno rinunciato e ora vivono all'estero

    saluti

    RispondiElimina
  5. si scrive "cosa c'entra", con l'apostrofo. Ignorante che non sei altro, proprio come la Ferragni

    RispondiElimina
  6. E' un piacere aver scoperto il tuo blog.. Credo che l'appellativo FASHION BLOG sia un pò abusato. Prima i blog non avevano categorie.. Ho aperto il mio primo blog sul sito di deejay e parlavo di qualunque cosa, di me, della mia vita, di ciò che mi piaceva ma non si chiamava un MY LIFE BLOG o LIFESTYLE BLOG o chissà.. era un blog. Ora dobbiamo per forza etichettare.. allora se proprio dobbiamo dare un etichetta, chiamerei questi blog EGO-BLOG perchè se ami la moda non lo fai tramite outfit spesso finti, utilizzati solo per le foto per poi tornare alle care vecchie tute e jeans e maglioncino. Ami la moda? allora prendi spunto dalla tredicenne americana (che al momento mi sfugge come si chiama!!) e va bene outfit ma anche moda, arte, cultura, critiche. Da noi è solo marchette e "guardate come sono fica oggi".. tristezza..

    RispondiElimina