lunedì 24 gennaio 2011

Il made in Italy in Cina si chiama Prada (e Fendi)

L'importanza della Cina? Prada sembra averla capita perfettamente, cavalcando l'onda con un evento senza precedenti. Sabato 22 gennaio infatti, il Central Academy of Fine Arts Museum, polo culturale di rilevo della capitale cinese, ha ospitato una serata firmata Prada. Non solo, infatti, Miuccia Prada ha organizzato una sfilata per presentare sia la collezione uomo sia il womenswear per la primavera estate 2011, uniti ad una serie di modelli esclusivi - dal giorno dopo già disponibili in boutique - ma la serata è proseguita all'insegna della musica dei Pet Shop Boys, duo pop britannico e con la selezione musicale dei dj Dan Lywood e Dan Williams, “resident” del club londinese Jezebel’s. 






Giusto per restare in tema eccovi anche il video della campagna spring summer 2011. E' solo una preview, ma è sufficiente per rifarci gli occhi. Musica dei ratatat...qualcuno l'aveva previsto (vedi http://crocchettepercena.blogspot.com/ )


Bye LB

2 commenti:

  1. ahahahha che veggente.
    in verità ho chiamato miuccia e gliel'ho suggerito.

    RispondiElimina
  2. Infatti pensavo che la fuga d'amore in Messico fosse in realtà una copertura dello spionaggio per Prada messo in atto....che trend setter che sei...

    LB

    RispondiElimina