lunedì 7 marzo 2011

Come tornare teen grazie a Fornarina

stand Fornarina (pad.2) MICAM 2011






































Eh si ragazzi perchè se c'è un brand che ha segnato l'adolescenza di ogni ragazza cresciuta nei fantomatici anni duemila è proprio Fornarina (insieme alla Onyx aggiungerei). Potete rendervi conto di come ci si senta ad entrare nello stand più teen e trendy di MICAM (pad.2). Riaffiorano alla mente i banchi delle medie, le domeniche pomeriggio in disco ubriaco con un bacardi breezer al lime, le limonate sui divanetti fumosi ecc... stessa emozione che ha sicuramente provato la mia amica Sara di crocchette per cena, che, da tanto non stava nella pelle, se n'è pure uscita con la proprietaria di Fornarina dicendo "a me i miei genitori non me le hanno mai comprate". Tra i revival mentali della musica commerciale stile la discoradio dei tempi d'oro e quelli effettivi che venivano riprodotti nello stand, stile papeete beach, mi addentro nello stand. Grazie a Sara della comunicazione di Fornarina, veniamo introdotti alla nuova collezione per l'autunno inverno prossimo. Ovviamente le linee sono due. 

Janelle f/w 2011/12






































La prima linea si ispira al mondo del burlesque, della corsetteria, del capriccio e, visto l'allestimento, della "pasticceria" vestibile. Un barocco contemporaneo fatto di pelliccia, pon pon, pizzo, stringhe e fiocchi, che farebbe morire tutte le followers di Anna dello Russo. Alcuni dei modelli iconici sono la Joan, la Janelle e la Demy. Entriamo poi nel mondo di Fornarina sportglam. Qui sì che tutte le ex adolescenti grideranno strappandosi i capelli all'urlo di "backstreet's back, on right" (almeno credo fosse così) nello scoprire la linea Hike-UP, ovvero la rivisitazione dello storico modello di "zeppa" UP Fornarina (che tutte avete ancora nell'armadio). 
IcUP f/w 2011/12






































Una linea ispirata al mondo della montagna nei volumi e nei dettagli, ma contaminata dal mondo otaku e manga per gli sgargianti colori. Un clash dietro l'altro (blu, giallo, fucsia) e "sopra" l'altro (le stringhe sono a contrasto in verde, arancione e viola). Il tutto amalgamato da un'atmosfera molto glamping, sottolineata da questi fantastici manichini coperti da svolazzanti tutù e mascherati da lupo con le corna di cervo. Antropomorfismo?
stand Fornarina (pad.2) MICAM 2011

Concludo il post sottolineando che, ok Fornarina e le groupies, ma il vero piacere per il sottoscritto (manco a dirlo) è stato il mega aperitivo open bar e l'arrivo della ex velina bionda Thaiss, accompagnata da due gieffine che non ho fotografato per il semplice motivo che, non ricordando i loro nomi, ho voluto evitare la figura di fermarle a chiedere "scusa TIPA, posso farti una foto?"
stand Fornarina (pad.2) MICAM 2011


Bye LB

2 commenti:

  1. Avevo commentato l'altro giorno il post di Sara di "Crocchette per cena" dove nominava le famose zeppe, dicendo proprio che ogni tanto le rivorrei, e ora mi trovo qui la nuova versione! cheggioia. quel giallo a dire il vero non mi convince proprio, mi ricorda proprio le pedule che metteva il prete in montagna col gruppo della parrocchia. I colori che si vedono nell'ultima foto invece non mi dispiacciono! E adoro i manichini.

    RispondiElimina
  2. E' vero il rischio effetto "giornata escursionistica con l'oratorio" c'è. Giornata che tra l'altro ho sempre odiato perchè dovevo alzarmi stra presto e scarpinare per ore, l'unica consolazione era il panino alla mortadella dell'arrivo. I colori a me sono piaciuti tutti, anzi ti dirò uno dei miei preferiti era proprio il giallo :) siamo in pieno accordo :)

    RispondiElimina