sabato 26 marzo 2011

SWAPPIAMO? Cronache da novello giurato fashion

particolare stand MLab


look dalla serata


























Ciao cari amici eccomi qui fresco fresco, si fa per dire, avrò dormito due ore questa notte, a raccontarvi della swappata di cui vi ho parlato qualche giorno fa che ha avuto luogo al CUBO GLAM di Tradate. Ovviamente non sarei stato io se non avessi giustamente sbagliato fermata di treno e se non mi fossi fatto tre chilometri a piedi per raggiungere il posto. Anzi, neanche il posto, ma un'altra stazione (ovvero quella corretta a cui sarei dovuto scendere), dove gli organizzatori mi sono venuti a prendere su una FIAT 500 bianca con gli interni completamente ricoperti e rifiniti di swarosky (ai limiti del kitsch).
Ed il kitsch pare essere stato un po' il leitmotiv della swappata stessa, tra abiti lunghi con paillettes rosse (stile Moana tempi d'oro) e scarpe argentate a punta, la scelta era perfetta. Peccato che forse non tutti (parlo delle partecipanti allo swap) avessero il mio stesso occhio critico nei confronti del fashion e quindi, se una cosa non rientra nei propri parametri perchè considerata troppo grottesca vuol dire che fa schifo (che poi è ciò che sta alla base del dilemma fashion victim/fashion buyer). Comunque, senza entrare troppo nello specifico, il mio compito era quello di andare a giudicare i diversi capi che venivano immolati all'altare dello swap, in modo tale da stabilirne un giusto prezzo di scambio. In questa opera sono stato coadiuvato da Olga di LOST IN DAYDREAMS  Francesco di HERITAGE, ovviamente non vi dico le discussioni per stabilire i diversi prezzi ai capi, ma del resto, il mondo è bello perchè è vario. Anche se io mi faccio molto spesso fregare dal fatto che mi rincresce dare dei voti bassi quando vedo che la gente mi da un capo a cui un pochino è ancora affezionata.
momento di quiete pre swappata









Una volta giudicato il tutto ha inizio lo swap, tra volpi che erano sapientemente appostate nella sala da ben un'ora e non aspettavano altro che il gong dello start per prendersi i capi già selezionati e libellule che si strisciavano a destra e ammanca sfiorando i capi appesi, senza venirne a una (roba che mi faceva una rabbia... mi dicevo "Ma sbrigati! Non vedi che stanno prendendo tutto!"). Gente che se ne stava in parte al proprio capo per dire "hai visto quant'è bello? L'ho portato io del resto" e gente che, pur avendo a disposizione diversi buoni swap a livello massimo, ha preso una maglietta perchè non gli piaceva niente. Poco male... l'avanzo va tutto in beneficienza. Un'esperienza variegata quindi. Talmente tante di quelle facce e di quei comportamenti che ti fanno pensare che già è difficile entrare nelle dinamiche dello shopping femminile, figuriamoci in quelle dello swap. C'è da perdersi ai limiti del folklore. 






Commenti personali a parte sulla fauna femminile :D la serata è stata ben organizzata dalla fighissima Paola Amati e dal suo staff ed ha avuto un discreto successo vista l'affluenza di visitatori. 
SerVito stand info at strike.sport@hotmail.it

Merito anche del fatto che, oltre all'evento swap, erano presenti anche numerosi giovani designers, che esponevano e vendevano i propri lavori, in particolare t-shirts con una moltitudine di stampe (vedi MLab) e t-shirts col messagio etico (vedi SerVito), passando per l'esposizione di quadri a olio della marangoniana Anna Salenko e per i fantastici lavori a bodypainting. Il tutto corredato da musica live, buffet e bar. 
Anna Salenko accanto ad una sua opera






































E ovviamente il tutto corredato dalle tipiche figure alla Belotti dove, se non ci penso io, ci pensano i miei amici con uscite del tipo "ma quindi sto swap sarebbe?" ma ceaffai? te l'ho spiegato per tre giorni o come continuare a fare i complimenti alla modella del bodypainting per la sua prestanza, toccandole il braccio e chiedendole se sotto ha una garza, scatenando le ire della bodypainter che da tre ore che la stava dipingendo.




By LB

3 commenti:

  1. Ciao Luca! Bravo hai realizzato proprio un bel post! Da proprio l'idea di come è andata la serata :)

    RispondiElimina
  2. Che bel riassunto...
    La 500 ci hai risparmiati?? Ma nooo:)

    Uffa... sono dispiaciutissima perché non ho potuto esserci!
    Adoro questo genere di eventi...

    Domandina... Ma qui a Milano, non sai niente su un Swap party nei prossimi giorni??

    Bacio
    Sole

    RispondiElimina
  3. @sole: di milano non so nulla dei prossimi giorni....nel caso dovesse esserci qualcosa...ti faccio sapere.... anche perchè pure io ho tanta di quella roba che vorrei swappare !

    RispondiElimina