martedì 9 agosto 2011

Sao Paulo ... finalmente la s/s 2012

Reinaldo Lourenco


Ciao a tutti ragazzi. Finalmente è arrivata l'estate! Quella 2012 ovvio, con la Sao Paulo Fashion Week, che ci accoglie con patchwork materici, giochi floreali e stampe ipervisive. Le passerelle brasiliane dettano una tendenza super grafica per la prossima primavera estate, ribadendo l'importanza che la scena carioca sta acquisendo sul panorama moda internazionale. Ce n'è per tutti i gusti a San Paolo: dal bon ton della diva concettuale di Reinaldo Lourenco, che gioca con effetti surreali come le scollature a testa di gatti e veli di chiffon con appoggiate spalline aeree; alla vena iper floreale di Iodice, che pensa alla leggerezza di piccoli abiti aerei in tinta unita con disegni di fiori sbocciati, e Cavalera, che cita Frida Kahlo in una sfacciata versione rock. C'è spazio anche per calmi toni cromatici: da Cori si recuperano percorsi di righe a perdita d'occhio, tra visierine di plastica e blazer maschili; da Alexandre Herchcovitc la silhouette è glamour e leggera. I toni della seta luminosa compongono abiti patchwork e vengono interrotti dagli arancioni dei ricami botanici e delle stampe floreali. Il tutto tenuto insieme dal fil rouge del fiocco. Da Gloria Coelho si parla di decostruzioni, con frammenti di abiti a pannello e tagliati alla Fontana su stampe astratte. 
Una carica di nuovi talenti in grado di proporre stili totalmente differenti, ma accomunati da quello spirito brasiliano che li rende unici e riconoscibilissimi, e in grado di eleggere definitivamente San Paolo a nuova capitale della moda mondiale. Chi non se n'è ancora accorto....beh....peccato per lui.

Reinaldo Lourenco

Iodice

Cavalera

Cavalera

Cori

Alexandre Herchcovitc

Gloria Coelho


Bye LB

4 commenti:

  1. i tagli squadrati sono davvero splendidi e le prime collezioni hanno un mood futurista..non trovi?:)

    Patchwork à Porter

    RispondiElimina
  2. La collezione Cavalera è una delle mie preferite... Adoro Fria Kahlo e i suoi colori... Stavo pensando che al prossimo esame mi concentrerò sul Messico,ne sono sempre più convinto

    RispondiElimina
  3. @sabrina: si si infatti in molti hanno proprio detto di ispirarsi al futurismo o comunque al modernismo dei primi novecento....anch piace molto e lo trovo molto attuale
    @anonimo: beh anche a noi piace tanto tanto...però se posso permettermi al prossimo esame non penserei al Messico....sai....da Prada in poi ormai è stata un'esplosione di latinicità pazzesca....non so quanto sarebbe a tuo favore...

    RispondiElimina